Autore: Fabio Gallerani, Matteo Pittaluga

Anno: 2019

Ed: Independently Published

 

Il nostro giudizio: OTTIMO

Recensione: Marypollon

 

 

Ho molto apprezzato questo libro, uscito nel 2019 e che mi ha dato veramente parecchi stimoli; molto complesso,  si tratta di un libro motivazionale che condensa dieci anni del percorso di vita di Fabio Gallerani e Matteo Pittaluga, imprenditori digitali e Business Mentors.

Si tratta di un libro di trasformazione personale innovativo perché  si pone l’obiettivo di trasformare il lettore appunto in una persona che non si ponga alternative nel raggiungimento del proprio successo personale. Tutto questo al grido di: Nella vita hai due opzioni, o molli o vai all-in.

Senti di valere di più ma non riesci a dimostrarlo? Secondo gli autori devi avere  la volontà di vivere le sfide e superarle con una nuova mentalità,   quella  all-inn appunto, proprio come un giocatore di poker che decide di mettere tutto quello che ha sul tavolo e vivere senza un piano B.

L’all-inner  è colui che decide di mettere via l’ipotesi di un piano B, perché vuole ottenere qualcosa che gli dia il brivido dell’esistenza

Gli autori hanno realizzato infatti un manuale in 16 capitoli per aiutare a superare paure e blocchi, gestire meglio il tempo e ancor di più la propria energia, attraverso parecchi passaggi autobiografici, nella volontà di trasmettere che chi non conosce il proprio percorso ( e non lo ama) è destinato al fallimento (attenzione, quello definitivo, non temporaneo!) ma agli altri non puo’ che sorridere la vittoria

Fabio Gallerani è stato incluso nelle prime 100 autorità al mondo per il contributo al cambiamento del mondo della formazione dal Global Forum for Educational and Learning.

Allinners rappresenta la missione di Gallerani e Pittaluga nel cercare di costruire una community, una cultura che permetta di osare, di liberarsi dalle influenze negative , nel cercare in altre parole di creare una sorta di “famiglia imprenditoriale” potenziante .

L’obiettivo dichiarato  è abbattere la solitudine dell’imprenditore digitale , dare forza e speranza , mediante  una comunity “ovattata” ovvero dinamica MA che sia al contempo una buona base per isolarsi dai messaggi depotenzianti che arrivano  continuamente dall’esterno.

Si deve soffrire per eccellere, e questo è  OK anche se e è dura; anche se è necessario ricordare che il colpo grosso ha pochissime possibilità di accadere ergo è necessario costruire giorno dopo giorno, tassello dopo tassello.

E’ necessario pero’ altresi’ celebrare ogni singola vittoria , non avere il freno a mano tirato e vivere a pieno il proprio potenziale

Il viaggio dell’eroe è un viaggio di trasformazione in cui molti falliscono a metà, perché è DURO.

Il solo modo per finirlo è portare a termine tale viaggio è diventare  un MODELLO PER GLI ALTRI.

L’importante è essere consapevoli del fatto che si è gli Eroi del Proprio Viaggio: coloro che sono stati in qualche modo “svegliati” da un qualche avvenimento ad una vita nuova , grazie alla presenza di un evento scatenante (che porta alla chiamata all’avventura) , l’aiuto sovrannaturale , una persona , una situazione o un insieme di circostanze favorevoli che ti danno la spinta perché tu possa osare.

Ci sono pero’ ovviamente anche gli antagonisti, che prendono il nome di Guardiani della Soglia, figure negative che ti mettono davanti l’idea di te stesso come debole , riflettendo le loro paure su di te.

Viene segnalata l’importanza del fallimento, che non è solo inevitabile, ma è indispensabile per progredire.

Il livello del tuo successo sarà infatti tanto grande quanto il prezzo che è stato pagato in anticipo per averlo e quando arriverà nessuno potrà portarlo mai via, perché non potranno mai portare via la persona che sei dovuta diventare per ottenerlo.

Il target di questo volume è composto da chi risponde SI alle seguenti tre domande:

  • Senti di valere di più ma non sei ancora riuscito a dimostrarlo?
  • Vedi persone attorno a te raggiungere i proprio obiettivi ed ottenere risultati nonostante tu sappia di valere più di loto?
  • Senti dentro di valere di più, ma non sei riuscito a vivere il tuo potenziale?

Queste persone vengono attaccate dal mondo , nel preciso momento in cui manifestano di volere di più. E questo accade sia che siano studenti, atleti, imprenditori, dipendenti “affamati”

L’obiettivo è farle uscire dall’isolamento, perché l’unione fa la forza, una sorta di: “ci sono altre persone come te, benvenuto a casa!”

Ricorda sempre di cercare la prestazione, non i risultato! Fail quickly! Il fallimento è necessario e non va evitato.

Occorre perdere alcune paure, la paura del perdere la stima di qualcuno, la paura di fallire in via definitiva, la paura di essere emarginato se sei un fallito.

Per crescere occorre imparare  ad affrontare le proprie responsabilità, in modo da diventare alla fine un modello di successo, come dicevamo prima.

Nessuna strada che viene costruita nel percorso ha una chiara destinazione, proprio questo rende il viaggio una magnifica scoperta del tuo destino ; è meglio prima scoccare la freccia e poi prendere la mira che stare immobile a riflettere.

Due anni per scriverlo dicono gli autori, ma tratta di dieci anni di vita riassunta.

Il racconto della propria storia è infatti un elemento chiave della narrazione,  gli aneddoti autobiografici sull’inizio umile, con lavori particolari, soprattutto all’estero; (camerieri a Disneyworld, venditori di viaggi a Ibiza… )  con prese di posizione molto pesanti su quello che i giovani neolaureati possono fare ,l’università e la scuola che non sono più ascensori sociali..  e spesso sono in realtà semplicemente demotivanti.

L’università per come è strutturata ad oggi non forma imprenditori, ma forma dei dipendenti atti ad entrare nel mercato del lavoro, quelli che Fabio Gallerani definisce a volte “morti viventi”, che conoscono la fine del film, ma non sanno come reagire.

Come ci dicevamo, un intera parte del libro è dedicata al cosiddetto viaggio dell’eroe , dove si passa da una parte conosciuta ad una completamente sconosciuta.

Questo in seguito a quello che molti di noi hanno provato ovvero la CHIAMATA ALL’AVVENTURA , cioè alla VITA dopo il periodo di SOPRAVVIVENZA.

In questa fase ci saranno, stavamo dicendo,  sia aiuti, quasi soprannaturali, che i guardiani della soglia  ovvero tutte le persone che ci invitano a chinare la testa ed a ritornare “al nostro posto” , dicendoci, ricordandoci le nostre paure, ovvero che siamo deboli, indifesi, diversi.

Ricordiamoci che quando qualcuno ci da una chance dobbiamo doppiamente credere in lui, che crede in noi.

Un altro tema fondamentale è quello del fallimento , inevitabile, indispensabile per la crescita , ci sono tre elementi chiave che non possiamo sfuggire.

Il concetto è quello di RIFIUTO DELLA SCONFITTA , che vuol dire in altri termini imparare a vederla con occhi diversi.

Vuol dire infatti  rifiutare di essere sconfitti, rifiutare di avere piani B , anche se la vita ti mette al tappeto e ti copre di umiliazione

Un concetto chiave di questo volume, a me molto caro e lo ripeto, è che il livello di successo sarà tanto alto quanto il prezzo che hai pagato per ottenerlo e nessuno ti potrà portare via la persona che sei diventata per ottenerlo. La persona che prova e fallisce tornando al punto di partenza, non è mai la medesima che di chi non ha mai provato.

Purtroppo, il problema chiave – o forse passaggio chiave - è quello della solitudine, solitudine di chi fallisce ed è additato per questo, e la paradossale solitudine di chi si realizza, e non è accettato dai suoi pari.

Il SUCCESSO richiede un mindset diverso rispetto a chi ha fame di approvazione, l’arroganza GIUSTA di chi non ha paura di chiedere, di raccogliere i frutti quando sono maturi, abituandosi ad assumersi le responsabilità.

E’ fondamentale assumersi la responsabilità anche dei propri stati mentali.

Le relazioni non si misurano con il tempo, ma con l’intensità.

Come uscire quindi da situazioni in cui si è intrappolati, sottovalutati e circondati da persone sbagliate?

Il punto chiave è la DECISIONE , QUELLA DI PARTIRE PER IL VIAGGIO DEL CAMBIAMENTO SENZA CONSIDERARE L’IPOTESI DI TORNARE INDIETRO.

  1. Investire su se stessi, ma delegare tutto ciò che non è fondamentale sapere o saper fare in prima persona
  2. Non preoccuparsi di gestire il tempo, ma piuttosto di gestire l’ENERGIA, che è un concetto fondamentale
  3. Fare chiarezza su cosa si vuole e su quali sono i nostri reali obbiettvi e desideri

Altro aspetto che mi è piaciuto molto: IL Metodo SIGMA, che è stato inventato da Fabio Gallerani, si basa su 4 fasi analitiche / di autoanalisi.

SI sta per successione inversa del passato ; quali sono gli avvenimenti che hanno cambiato la nostra storia?

G sta per gestione del presente; quali sono i vincoli affettivi, economici ?

M scoperta della missione, scelta della strada per il futuro.

A azione concreta.

Occorre collegare i puntini del passato per capire la propria missione.

La solitudine consapevole  è fondamentale per trovare il giusto spazio e tempo per noi.

Per investire su di noi, per ricrearci, per curare il rapporto con i nostri INDISPENSABILI mentor, che devono essere scelti correttamente, ascoltare musica e potenziare la creatività , curare il nostro fisico.

E poi… spingersi oltre, misurando non il tempo MA l’energia.

Il movimento ALLINNERS nasce per superare quindi l’isolamento e le paure di chi è destinato a farcela  NONOSTANTE nessun aiuto, nessuna raccomandazione particolare.

È necessario riconoscere ed evitare o risolvere le situazione depotenzianti, e gli autori lo fanno analizzando le principali paure ad essi collegate.

Paura della sofferenza del passato, paura di essere giudicati, (se non sei antipatico a nessuno, probabilmente stai facendo troppo poco!), paura di esporsi, insicurezza sulle proprie capacità tecniche e relazionali , paura della solitudine collegata al successo (!)

Paura di sottovalutarsi, sentirsi poco disciplinati o fuori controllo.

A questo punto è il momento dell’AZIONE.

Cominciare  a dare valore al proprio tempo e a farsi rispettare.

Ho molto apprezzato, perché l’ho visto in azione, Il valore dell’OSSESSIONE , DELLO SQUILIBRIO, DEL NON –BALANCE , STATI  PARADOSSALMENTE  POSITIVI per capire cosa si vuole ottenere ed incominciare a pensarci 24 ore al giorno ; è solo questo stato che avvia la legge dell’attrazione! La legge dell’attrazione funziona SI, ma solo per chi agisce !

EFFETTI COLLATERALI DELL’ANDARE ALL IN elencati dagli autori.

  • Incominciare a pensare che piaceremo al 50% delle persone ed avremo il 50% di haters

Ricordarsi a questo proposito che comunque vada devi soffrire, sia che tu raggiunga i tuoi obiettivi, che tu non li raggiunga (anche tornando nel piano B non migliora la situazione).

  • Ti unirai a persone come te e col giusto hyperfocus incomincerai ad avere eventi apparentemente casuali che si manifesteranno
  • Ti sentirei folle ed iperattivo (rispetto alla media)
  • Avrai un sacco di haters , ti derideranno, cercheranno di fermarti, e poi spariranno ; ricorda sempre che non ce l’hanno con te, ma con loro stessi -à un dito punta te e altri tre puntano a loro
  • Attenzione alla differenza tra esser UMILI ED ESSERE SOTTOMESSI, in balia delle decisioni altrui

 

La metafora con cui concludo questa recensione e che ci deve far riflettere si riferisce ad un gruppo di granchi messi dentro un secchio. Individualmente, ognuno di loro potrebbe uscir fuori facilmente,ma invece i granchi si aggrappano l’uno all’altro in una infinita guerra contro il primo che prova a saltare fuori, assicurando il fallimento e la condanna dell’intero gruppo a restare lì dentro.

L’analogia con il mondo umano ci fa pensare che quando un individuo vuole raggiungere il successo oltre quello di tutti gli altri, di colpo i membri del gruppo iniziano a fare di tutto per fermarlo, per buttarlo giù con atteggiamenti negativi che vengono dall’invidia e dall’odio. Così, troppe persone sono costrette a rinunciare ai propri sogni mentre potrebbero facilmente uscire da quel secchio che le tiene intrappolate se solo smettessero di ascoltare gli altri, e se scegliessero invece di dare il cento per cento, apprezzando il proprio percorso e circondandosi delle persone giuste.

 

  1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 4.57 (15 Votes)