Gli ultimi saranno ultimi

Regista: Massimiliano Bruno

Produzione: Italia

Anno: 2015

Attori: Paola Cortellesi, Alessandro Gassman, Fabrizio Bentivoglio

 

Il nostro giudizio: BUONO

Recensione: Enrico C.

  

“Gli ultimi saranno ultimi” è la trasposizione di una riuscitissima piece teatrale che ho avuto la fortuna di vedere nel 2006. Importare nel mondo del cinema una titanica interpretazione di Paola Cortellesi che nello spettacolo teatrale ricopriva – da sola – tutti i ruoli principali, sembra da subito un’impresa assai ardua, ma il regista Massimiliano Bruno non sfigura, anzi.

 

Non è certo un film che lascerà il segno, ma un lavoro assolutamente onesto e ben curato.

L’ambientazione viene trasferita nell’entroterra laziale ed appare efficace. Paola Cortellesi è in grado di tenere la scena alla grande…tenera, stressata, patetica. Accanto a lei un ottimo Alessandro Gassman nei panni di un moderno vitellone in salsa laziale.

 Gli ultimi saranno ultimi è un film onesto perché non ha paura di essere diretto e di far vivere con strazio e partecipazione alcune emozioni forti, anche a costo di apparire ingenuo nella sua immediatezza.

Non c’è la patina di intellettualismo o autocompiacimento fine a sé stesso di molto cinema italiano ed anche i momenti di levità non appaiono calcati o fuori contesto.

Il tema della crisi (di cui lo spettacolo teatrale del 2006 è stato precursore, in modo quasi profetico) poteva rivelarsi un boomerang ed aprire la porta a rappresentazioni scontate; viene letto, invece, in modo sincero e diretto.

L’impressione è di un film costruito con pochi e semplici tratti, in un certo senso grezzi e non rifiniti. Ma che funziona.

 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 4.33 (6 Votes)